Pianimartedì 28 febbraio 2012

Attivazione di scarichi terminali, sia civili che produttivi che da pubblica fognatura ai sensi dell'art. 21 2° comma. del Piano Territoriale di Coordinamento del Parco Pineta

Tipologia Atto e Termini: Parere, 30gg

Documentazione: La richiesta in bollo da € 14,62, dovrà essere inoltrata al Parco in due copie e dovrà esser costituita da documentazione nella quale si rappresenti l'intervento in progetto e gli effetti dello stesso sull'area d'intervento (aree di cantiere, effetti sulla vegetazione), nonché il rispetto delle vigenti normative sugli scarichi.


Interventi inerenti la realizzazione di impianti elettrici o le relative opere accessorie (cabine, tralicci, pali) che interessino zone soggette a vincolo idrogeologico, paesaggistico ai sensi dell'art. 4 della Legge Regionale n. 52/82.

Tipologia Atto e Termini: Parere, 180 gg.

Documentazione: La richiesta di autorizzazione in bollo da € 14,62, indirizzata al Parco, dovrà pervenire tramite il Comune in cui si devono eseguire le opere nel numero di copie adeguate alla trasmissione agli Enti competenti, tenendo conto che la stessa richiesta può interessare il vincolo paesaggistico, forestale ed idrogeologico. Si invita quindi a contattare gli uffici per definire precisamente la documentazione da inoltrare.


Opere varie ai sensi dell'art. 12 del Piano Territoriale di Coordinamento del Parco

Quando si applica: in tutto il territorio del Parco per:

  • opere di viabilità extraurbana e rete dei trasporti sovracomunali

  • opere di depurazione delle acque o di loro captazione e distribuzione, con esclusione delle reti di allacciamento delle singole utenze

  • realizzazione di oleodotti, gasdotti, elettrodotti con tensione di esercizio superiore a 30 Kvolt e pozzi di trivellazione

  • realizzazione di nuove costruzioni destinate ad attrezzature sportive o turistico ricettive, che non costituiscano semplici pertinenze o ampliamenti di strutture già esistenti

Tipologia Atto e Termini: Parere, Convenzione, 120 gg.

Documentazione: Dichiarazione di Compatibilità Ambientale (DCA) da presentarsi al Parco in due copie. Vedasi schema in area download. Va inoltre inviata proposta di Convenzione con il Parco riportante i contenuti progettuali e la descrizione delle misure di inserimento e mitigazione dell'intervento che si vuole realizzare. La DCA è atto complementare e preliminare, rispetto alla autorizzazione paesaggistica e ad altri atti eventualmente necessari in base alla localizzazione dell'opera prevista (ad esempio: vincolo idrogeologico o trasformazione d'uso del bosco)

Dal sito è scaricabile il modulo con schema per la predisposizione della DCA.


Infrastrutture di pubblico interesse ai sensi degli articoli 12 e 25 del Piano Territoriale di Coordinamento del Parco

Tipologia Atto e Termini: Parere, 30 gg.

Documentazione: La richiesta (in bollo da € 14,62 per i privati) dovrà essere inoltrata al Parco in due copie.


Piani locali o di livello sovracomunale Ai sensi dell'art. 21 della L.R. n. 86/83;

Il Parco è tenuto ad esprimersi in merito a:

  1. piani territoriali di livello sovracomunale e piani urbanistici delle comunità montane;

  2. piani urbanistici generali e relative varianti, nonché piani attuativi soggetti alla approvazione regionale;

  3. piani agricoli di zona;

  4. piani delle cave, di cui all'art. 4 della L.R. 30 marzo 1982, n. 18;

  5. rilascio e rinnovo di autorizzazioni dell'attività estrattiva e di concessioni di derivazioni d'acqua;

  6. provvedimenti di regolamentazione speciale delle attività di caccia e di pesca nell'area del Parco.

Tipologia Atto e Termini: Parere, 120 gg.

Documentazione: La richiesta di parere dovrà essere presentata al Parco unitamente a due copie della documentazione oggetto di valutazione


Autorizzazione per infrastrutture forestali permanenti ai sensi dell'art. 10.1 del Regolamento di applicazione del Piano di settore agro-forestale/ Piano di indirizzo Forestale per la tutela e la gestione delle aree boscate e la difesa dagli incendi.

Tipologia Atto e Termini: Parere, 30 gg. fatto salvo sospensione per richieste di integrazioni

Documentazione: La richiesta di autorizzazione in bollo (€ 14,62) dovrà essere presentata al Parco unitamente a quattro copie della documentazione oggetto di valutazione - costituita da un progetto esecutivo e la valutazione della superficie che si intende servire. Le nuove infrastrutture potranno essere autorizzate solo se serviranno superfici superiori a 100 Ha (il provvedimento non esclude la necessità di altri atti di competenza se necessari).


N.B. - GLI ENTI PUBBLICI NON DEVONO APPORRE LA MARCA DA BOLLO SULLE RICHIESTE

Le indicazioni fornite si propongono di fornire un primo sintetico quadro informativo delle norme vigenti nel Parco e delle relative procedure. Data la delicatezza delle norme di competenza, la loro complessità e la variabilità dei casi che possono presentarsi si invita gli utenti interessati a contattare gli uffici per chiedere ulteriori informazioni (031/988430-5; direttore@parcopineta.org).

Allegati

Ti è piaciuto l'articolo?