Una rete con il Parco del Rugaretomartedì 27 agosto 2013

Una rete con il Parco del Rugareto

Comune di Cislago, PLIS del Rugareto, Parco Pineta e Fondazione Osservatorio Astronomico di Tradate: un network di esperienze basato sul comune intento di divulgare il rispetto per l’ambiente, una rete che ha dato vita ad un accordo per coinvolgere oltre 400 bambini in attività di Educazione Ambientale volte a conoscere e preservare il proprio territorio.


Parco Pineta e Fondazione Osservatorio Astronomico di Tradate (FOAM13) hanno fondato da oltre 6 anni il Parco Didattico Scientifico, un contenitore di didattica rivolto a tutte le scolaresche che desiderano aderire: oltre 30 progetti che spaziano dall’Educazione Ambientale alla didattica astronomica. L’obiettivo primario del progetto è certamente stato l’esportazione del modello di Educazione Ambientale che l’Area Protetta svolge dal oltre 25 anni, una lunga esperienza messa a servizio di docenti e studenti di ogni ordine e grado. La buona riuscita dell’iniziativa è oggi dimostrata dal forte incremento di adesioni alimentato dall’indispensabile ed inesauribile meccanismo del passaparola; un ottimo risultato il cui frutto è l’evidente ampliamento di collaborazioni che ha portato lo staff della FOAM13, la quale per convenzione svolge in prima persona le attività, a collaborare con altri Parchi limitrofi. Nel 2010 nasce l’accordo con il Parco Locale di Interesse Sovracomunale Rile Tenore Olona, intesa che ad oggi interessa 1000 alunni circa, un’efficace esperienza che coinvolgerà nel prossimo anno scolastico anche il PLIS del bosco del Rugareto.


Il PLIS del Rugareto è un’Area Protetta di 1264ha che comprende i comuni di Cislago, Rescaldina, Gorla Minore e Marnate; un territorio boschivo alternato da aree agricole con oltre 17 Km di sentieri tabellati. Grazie alla volontà in primis del Comune di Cislago, il progetto “pilota” prevede l’interessamento della Scuola Primaria “G.Mazzini” di Cislago, le cui classi aderiranno a progetti didattici contraddistinti da incontri in aula, approfondimenti laboratoriali ed escursioni nel territorio limitrofo al plesso scolastico nonchè compreso all’interno dello stesso PLIS. “L’albero amico”, “La fotosintesi ed il flusso dell’energia”, “Il ciclo della materia ed il riciclaggio”, tutti progetti finalizzati a sensibilizzare, verso la buona gestione e preservazione del nostro ecosistema, coloro che erediteranno la terra.


– La definizione di Area Protetta non ci deve ingannare, proteggere non significa mettere sotto una campana di vetro, ma vuol dire possedere l’opportunità di gestire, promuovere e valorizzare un territorio naturale di inestimabile valore. – dichiara Mario Clerici, Presidente del Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate – Boschi e campi che i nostri nonni custodivano con cura, attenzione che è andata persa nel tempo e che tutti noi dobbiamo recuperare se vogliamo garantire ai nostri figli un futuro migliore. –

Ti è piaciuto l'articolo?