Approvato il Piano di Gestione Cinghialimercoledì 7 giugno 2017

Approvato il Piano di Gestione Cinghiali

E’ stato approvato nei giorni scorsi dal Consiglio di Gestione del Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate, il Piano di Gestione dei cinghiali; tale documento seguirà ora il suo iter approvativo presso l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) a cui spetta il compito di avvallare il Piano stesso che, se tutto procederà per il meglio, entrerà nella sua fase attuativa nel prossimo autunno.


La natura sta riannodando alcuni dei fili ecologici che sono tipici degli ecosistemi del nostro territorio; la presenza di aree tutelate come i Parchi, permette infatti l’arrivo di specie animali preziose, come cervi e caprioli, e non solo. Tali presenze sono frutto di colonizzazioni spontanee e non di progetti di reintroduzione; i primi esemplari osservati sono appunto soprattutto giovani maschi o subadulti, più soggetti ai fenomeni di dispersione. Da alcuni anni nel Parco Pineta è stato rilevato l’arrivo, ed il successivo incremento numerico, di Cervi e Caprioli; il personale dell’Area Protetta, con il prezioso supporto di volontari e tecnici, ha immediatamente messo in atto diverse misure di intervento come la collocazione di catarifrangenti lungo le strade principali, utili per evitare l'attraversamento o il transito di animali, nonché l’avvio di un censimento, giunto al 5° anno, con il coordinamento scientifico dell’Unità di Analisi e Gestione delle Risorse Ambientali (UAGRA), Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate, dell’Università degli Studi dell’Insubria di Varese.


La ricucitura degli ecosistemi, con conseguente creazione di corridoi ecologici, ha condotto sino al territorio del Parco, come osservato nell’ultimo periodo, anche animali come il Cinghiale, una specie invadente che porta con se numerose problematiche sia ecologiche (distruzione di habitat,…) che sociali (impatto sull’agricoltura, incidenti,…). Grazie anche alle segnalazioni di molti cittadini, il Parco, con la collaborazione di un tecnico esperto in materia, ha condotto la prima delle fasi fondamentali per giungere alla messa in atto di un piano di gestione, ovvero un monitoraggio preliminare mirato proprio alla valutazione dello status della popolazione di cinghiale nell’Area Protetta. L’azione sul campo è sfociata nella redazione del Piano di Gestione approvato nei giorni scorsi dal Consiglio di Gestione dell’ente, il quale è stato successivamente inoltrato all’ISPRA, istituto competente in materia.


– Noi viviamo in un periodo in cui è quotidiano il sentore di un desiderio diffuso di natura, di ritorno ad un contatto genuino con l’ecosistema - dichiara Mario Clerici, Presidente del Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate – … e la Natura ha sempre dimostrato, quando adeguatamente rispettata e tutelata, di essere in grado di riprendere i propri spazi, inseguendo quell’equilibrio messo a repentaglio dalle azioni perpetuate dall’uomo che hanno portato ad una forte frammentazione del territorio. Tutto ciò porta con sé i vantaggi di poter fruire di un polmone verde sulla soglia delle nostre case, ma anche doveri di gestione che devono essere assolti quando si presentano situazioni di complessa convivenza tra uomo e natura. –


Ti è piaciuto l'articolo?